Basket, Eurolega 2017-2018: l’Olimpia Milano prosegue la rincorsa al treno playoff. Dicembre decisivo: si inizia contro il Khimki

Mese importante in Eurolega. Dicembre porterà al giro di boa della regular season, con la classifica che va via definendosi. Sono partite fondamentali, dunque, anche per l’Olimpia Milano, che prosegue la sua rincorsa ai playoff. Finora è stata l’Eurolega dei rimpianti per l’Ax Armani Exchange: tre vittorie e sette sconfitte, la maggior parte delle quali arrivate in volata, tra sfortuna e scelte errate.

L’ultima beffa è giunta proprio la scorsa settimana, quando la squadra di Simone Pianigiani si è dovuta arrendere nel finale all’Efes Istanbul. Urge un cambio di rotta ed occorre farlo al più presto. La regular season dell’Eurolega è in ogni caso molto lunga: siamo solo all’undicesima partita di un lungo viaggio che terminerà all’inizio del mese di aprile e la classifica è corta, dal momento che l’ottavo posto, l’ultimo utile al passaggio del turno, dista solo due vittorie. È fondamentale, però, non perdere ulteriormente terreno.

Milano è reduce da anni difficili in Europa. L’obiettivo dichiarato della società meneghina è quello di diventare competitiva e di affermarsi come una solida realtà a livello continentale, ma finora i risultati sono stati al di sotto delle aspettative. Basti pensare all’ultimo posto della scorsa stagione o all’eliminazione alla prima fase di due anni fa. Un trend negativo che rischia di proseguire e che va interrotto al più presto, per evitare di ricreare quel clima di sfiducia che ha rappresentato una costante (ed un grande limite) negli ultimi anni.

L’occasione di rilanciare il cammino europeo dell’Olimpia arriva già stasera, quando la banda di Pianigiani riceverà la visita del Khimki Mosca. I russi viaggiano a sei vittorie ed hanno ritrovato il sorriso dopo tre sconfitte consecutive (erano addirittura primi in classifica). Le due squadre hanno numeri simili dal punto di vista offensivo, ma il Khimki può contare sui due leader della competizione in quanto a punti e rimbalzi: Aleksey Shved (20.1) e Thomas Robinson (7.78). Saranno loro i principali pericoli della squadra russa, specie il primo, rinato dopo l’Europeo vissuto da leader.

L’Olimpia avrà quindi bisogno di tutta l’energia del Forum, la stessa che ha ispirato la rimonta contro il Bamberg, l’ultima vittoria di Milano in questa Eurolega. Le sconfitte casalinghe sono già tre in cinque partite, troppe se si vuole essere competitivi in questo torneo. Proprio il palazzetto di Assago sarà decisivo in questo dicembre così importante. L’Armani Exchange, oltre al Khimki, affronterà Baskonia e Stella Rossa in casa, match intervallati dalle trasferte contro Panathinaikos e Unicaja. Avversarie insidiose, come tutte in questa Eurolega, ma alla portata. La differenza potrebbero farla ancora una volta i dettagli ed i finali in volata. La conclusione, però, dovrà essere differente.

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI BASKET

[email protected]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply