Biathlon, Coppa del Mondo Hochfilzen 2017: Dahlmeier torna e sfida Herrmann, norvegesi contro Fourcade

Un fine settimana di gara compresso in soli tre giorni, con sprint, inseguimento e staffetta tra venerdì e domenica: la Coppa del Mondo di biathlon 2017-2018 riparte da Hochfilzen, in Austria, dopo le prime competizioni che si sono svolto ad Oestersund in Svezia. La prima settimana di gare ha già mandato i primi segnali, ma il tracciato in Tirolo potrebbe, date le sue caratteristiche, cambiare le carte in tavola o quantomeno portare a risultati che possono essere diversi rispetto a quelli delle competizioni della scorsa settimana. Cosa ci attende nei prossimi giorni?

Partiamo dalle competizioni al femminile: Denise Herrmann, con la doppietta sprint-inseguimento, è stata la protagonista assoluta delle gare di Oestersund, in cui è esplosa in tutto il suo potenziale riuscendo a limitare gli errori sugli sci che lo scorso anno l’avevano limitata. L’ex fondista tedesca, comunque, non è riuscita ad ottenere il pettorale giallo, che è sulle spalle della giovane francese Justine Braisaz, a sua volta molto precisa al tiro rispetto alle abitudini: questo l’ha portata ad essere molto costante, con un ottavo posto nella 15 chilometri e una doppia piazza d’onore tra sprint e inseguimento: in queste due gare non ha sbagliato nemmeno un colpo, situazione inusuale per una ragazza che nelle ultime due stagioni si era assestata sull’80% al poligono. Da valutare. La novità della settimana riguarda la detentrice della Coppa del Mondo, Laura Dahlmeier, che smaltito il problema di salute che l’ha tenuta a riposo per Oestersund dovrebbe essere completamente ritrovata. Un punto di riferimento importante per tutto il circuito, che ad Oestersund aveva perso le due migliori atlete delle ultime due stagioni, considerando anche l’assenza di Gabriela Koukalova, che non è attesa al via delle competizioni neanche ad Hochfilzen.

Per quanto riguarda la nazionale italiana, Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer hanno già dimostrato di poter essere competitive, anche se la condizioni dovrebbe essere destinata a crescere da qui alle Olimpiadi di febbraio. La sappadina ha trovato buone percentuali che l’hanno portata a sfiorare un paio di volte il podio, mentre Wierer ha faticato al poligono, complice, probabilmente, anche qualche malanno di troppo nelle settimane precedenti che potrebbe aver influenzato la sua resa sportiva. In ottica staffetta, importante che anche Alexia Runggaldier e Federica Sanfilippo crescano. Al momento entrambe sembrano lontano dalla condizione ideale.

Passando agli uomini, ci attendiamo un’altra sfida tra Martin Fourcade, che si è già preso la leadership in classifica generale, e i norvegesi. In particolare, i fratelli Johannes e Tarjei Boe gli hanno già regalato un paio di delusioni tra individuale e sprint, mentre nell’inseguimento il francese ha fatto valere la legge del più forte, conquistando il primo successo della nuova stagione per dimostrare di essere, ancora una volta, il grande favorito per la conquista della Sfera di Cristallo non solo per le prestazioni ma anche per la costanza e la gestione delle gare. Oltre ai Boe, ha destato buone sensazioni anche Emil Hegle Svendsen. Come di consueto, difficile fare pronostici, con tanti atleti che in caso di errori dei primi sono pronti ad approfittarne, con un rendimento comparabile a quello dei big.

Tra questi, ovviamente, anche gli azzurri. Lukas Hofer e Dominik Windisch hanno dimostrato, pur in gare diverse, di avere un buon passo. Dopo gli errori della staffetta mista, Lukas si è riscattato nell’individuale, chiusa al sesto posto con due errori e staccato di soli 15” da Martin Fourcade nonostante lo stesso numero di penalità. Un Hofer ritrovato, finalmente, che ispira fiducia e che non ha avuto problemi nel corso della preparazione estiva e autunnale. Si sono già visti i primi frutti e da qui in avanti la situazione può ancora migliorare. Dominik Windisch, dopo l’ottima mista di domenica scorsa, ha faticato nelle altre gare, specialmente al poligono. Ad Hochfilzen deve fare punti importanti anche per provare ad entrare nelle prime posizioni della generale fondamentali per correre le mass start, che farà il suo esordio stagionale settimana prossima ad Annecy-Le Grand Bornard. La squadra sarà completata da Thomas Bormolini, che può puntare con costanza alla zona punti, Giuseppe Montello e Thierry Chenal: questi due atleti, al momento, sono in ballottaggio per un posto nella staffetta di domenica.

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI DI BIATHLON

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

[email protected]

Foto: Romeo Deganello

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply