Biathlon, Coppa del Mondo Ruhpolding 2018: Johannes Boe vince la mass davanti a tre francesi! Fourcade secondo

Johannes Boe torna a vincere: nella mass start maschile di Ruhpolding, valida per la Coppa del Mondo di biathlon 2017-2018, il norvegese ha condotto una gara praticamente perfetta, sporcata solo da un errore nell’ultima serie che però non è pesato a causa delle penalità in cui sono incorsi anche i più immediati inseguitori.

Nella prima fase di gara i pochi errori hanno portato ad una gara di gruppo. Fari puntati, come di consueto, su Martin Fourcade e lo stesso Boe, che dopo i due poligoni a terra hanno incrementato il ritmo in testa al gruppo. Il terzo poligono è stato decisivo ai fini del risultato finale: uno a fianco all’altro i due protagonisti della generale, Boe ha alzato il ritmo al tiro, forse mandando fuorigiri il francese che ha commesso due errori, sprofondando in classifica. Boe, dal canto suo, si è ritrovato da solo al comando con un leggero vantaggio sul tedesco Schempp e sul fratello Tarjei, che sono entrati nell’ultima serie di tiro con 15-20” di distacco.

Boe ha commesso un errore, ma anche i due subito dietro sono entrati nel giro di penalità concedendo il successo al giovane norge. Per sua sfortuna, Fourcade non ha sbagliato e ha rimontato diverse posizioni proprio durante il poligono, uscendo quarto alle spalle dei due compagni Antonin Guigonnat e Quentin Fillon Maillet, che poco hanno potuto nell’ultima tornata. Addirittura, il leader della classifica generale si è avvicinato a Boe, che ha tagliato il traguardo con soli 4” di vantaggio. Per Boe si tratta del sesto successo stagionale, nell’unico format che gli mancava fino a questo momento. Secondo posto per Fourcade, che quindi mantiene senza patemi la leadership nella generale, seguito dai compagni di squadra Guigonnat e Fillon Maillet. Quinto Tarjei Boe, mentre Schempp, sesto, è stato il primo tedesco a precedere Arnd Peiffer.

Giornata non facile per i due azzurri impegnati. Lukas Hofer ha pagato due errori nei poligoni a terra che gli hanno fatto perdere contatto sin da subito con il gruppo di testa, fino a chiudere in 14esima posizione, con poco più di un minuto di ritardo. Penultimo, invece, un Dominik Windisch che ha commesso 7 errori in tutto, troppi per essere competitivo a questi livelli.

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI DI BIATHLON

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

[email protected]

Foto: By Andreaze (Own work) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply