Potrebbe essere Roma la città candidata ad ospitare il match inaugurale degli Europei 2020, rassegna continentale che si disputerà in maniera itinerante e a cui non sono già ammessi i Paesi organizzatori.

L’Esecutivo dell’Uefa che si riunirà domani a Nyon (Svizzera), come riportato dall’Ansa, designerà quale sarà la sede del match citato. La Capitale si giocherà le sue chance con Amsterdam, Bruxelles, Glasgow e S.Pietroburgo. La “Città eterna” era già stata scelta per ospitare alcune sfide dell’Europeo, fra le quali un quarto di finale mentre le semifinali e la finale si disputeranno a Londra.

L’altra competizione della quale si parlerà è la futura Nations League, torneo organizzato dalla Federazione Europea a cui prenderanno parte tutte le Nazionali del Vecchio Continente. Si disputerà ogni due anni, durante le finestre aperte alle Nazionali, parallelamente alle classiche amichevoli che, come logico, si ridurranno e alle varie qualificazioni (Mondiali ed Europei). Le 55 Nazioni appartenenti all’Uefa saranno divise in quattro Divisioni (A, B, C, D) in base al ranking. Nelle Serie A e B verranno inserite 12 squadre, 15 nella Serie C e 16 nella Serie D. Saranno previste promozioni e retrocessioni e si disputeranno partite di andata e ritorno con il sorteggio del 24 gennaio a Losanna che stabilirà la suddivisione dei raggruppamenti. L’Italia è inserita nella Divisione A.

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO

[email protected]

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo twtter Nazionale Italiana