La prima tappa della Vuelta a Andalucia Ruta Ciclista Del Sol si è conclusa con una volata. Partenza da Mijas, arrivo dopo quasi 200 chilometri (leggermente mossi, ma non duri) in quel di Granada. A trionfare allo sprint è stato il transalpino Thomas Boudat, ex pistard che milita per la squadra francese Direct Energie.

Sei uomini in fuga nelle prime fasi di gara: Silvan Dillier (Ag2R la Mondiale), Romain Sicard (Direct Energie), Luis Guillermo Mas Bonet(Caja Rural – Seguros RGA), Garikoitz Bravo (Euskadi Basque Country), Txomin Juaristi (Fundacion Euskadi), Jérôme Baugnies (Wanty-Groupe Gobert) e José Mendes (Burgos-BH). Il gruppo ha gestito come al solito la situazione, andando a chiudere a circa 20 chilometri dal traguardo.

Altri corridori hanno provato l’avventura, ma si è arrivati al finale più atteso: quello in volata. L’azzurro Sacha Modolo (EF Education First-Drapac p/b Cannondale) ha lanciato al meglio il proprio sprint, ma quando sembrava vicino al successo è stato scavalcato dal transalpino Boudat che ha piazzato un micidiale colpo di reni. In casa Italia piazzamento anche per Andrea Pasqualon (Wanty-Groupe Gobert), quarto.

Da sottolineare che questa gara rappresentava anche il ritorno alle corse di Chris Froome (Team Sky), ancora alle prese con il processo sulla positività al salbutamolo.

 

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI DI CICLISMO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

[email protected]

Foto: FB Team Sky