Combinata nordica, Olimpiadi PyeongChang 2018: l’austriaco Rehrl in testa dopo il salto, Alessandro Pittin fuori dai giochi

Alessandro Pittin non salirà sul podio nella 10 km gundersen di combinata nordica alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018, gara che si svolge dal trampolino piccolo. Il friulano, che esattamente 8 anni fa (era il 14 febbraio) conquistava uno storico bronzo a Vancouver 2010, ha confermato tutte le sue difficoltà nel salto, atterrando ad 89 metri, per un punteggio totale di 77.4. Il 28enne di Cercivento si trova così in 38ma posizione e partirà con un distacco incolmabile di 3’33” dalla vetta: il sogno di una medaglia è ormai sfumato.

In una competizione, neanche a dirlo, condizionata dal vento, a trovare le condizioni migliori è stato l’austriaco Franz-Josef Rehrl, autore di un salto da 130.6 punti complessivi. Il 24enne, mai sul podio in carriera in Coppa del Mondo, partirà con 15 secondi di vantaggio sul norvegese Jar Magnus Riiber, specialista del salto che non è riuscito a fare la differenza come si sarebbe aspettato.

In terza piazza troviamo uno dei grandi favoriti della gara, il giapponese Akito Watabe. Il leader della classifica generale di Coppa del Mondo è riuscito a limitare i danni in una situazione difficile a causa delle continue ed irregolari raffiche di vento, piazzando un salto solido che gli consentirà di partire a soli 28 secondi da Rehrl. Il campione del Sol Levante dovrà guardarsi le spalle dall’austriaco Lukas Klapfer (+32″) e, soprattutto, dal campione in carica tedesco Eric Frenzel (+36″), forse il grande favorito quest’oggi per come si è messa la gara. Da podio anche il finlandese Eero Hirvonen, ottimo fondista che partirà con 50″ di distacco dal primo.

Difficile aspettarsi grandi rimonte da dietro. Il vento ha zavorrato le ambizioni di tanti favoriti, costretti a scattare dalle retrovie: 11° il tedesco Johannes Rydzek (+1’26”), l’unico forse ancora in corsa, 16° l’altro teutonico Fabian Riessle (+2’03”), rispettivamente 23° e 31° i norvegesi Joergen Graabak (+2’28”) e Jan Schmid (+2’47”).

Detto di Pittin, il migliore degli italiani è stato il giovane Aaron Kostner, 30° a 2’46”. Più indietro Raffaele Buzzi (40°) e Lukas Runggaldier (41°). La prova di fondo si svolgerà alle ore 10.00.

CLICCA QUI PER IL MINISITO SULLE OLIMPIADI INVERNALI DI PYEONGCHANG 2018

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply