Continuano le emozioni del curling alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang. Domani prenderà il via torneo femminile, con la prima delle dodici sessioni previste per il round robin, al termine delle quali le migliori quattro classificate accederanno alle semifinali. Andiamo quindi ad analizzare le favorite.

La nazione più accreditata per chiudere in testa è il Canada, che cercherà di difendere il titolo conquistato quattro anni fa a Sochi. Le nordamericane hanno dominato l’ultima rassegna iridata, portando a casa l’oro dopo aver vinto tutti i match in programma. In Cora la formazione capitanata dalla skip Rachel Homan sarà quindi la squadra da battere.

Sono due le formazioni che proveranno a compiere questa impresa: la Gran Bretagna e la Svezia. La squadra della skip Eve Muirhead è reduce dal trionfo agli Europei (rappresentando la Scozia), dove ha dimostrato una grande solidità e anche di avere le giocate per mettere in difficoltà le avversarie. Anche le scandinave potranno dire la loro in questo torneo, anche se per riuscire a centrare la finale servirà un torneo perfetto da parte di Anna Hasselborg e compagne.

Se sulla carta queste tre squadre dovrebbero riuscire a raggiungere senza intoppi le semifinali, la lotta per l’ultimo pass sarà invece aperta a più nazioni. A partire dalle atlete olimpiche della Russia di Victoria Moiseeva, che hanno conquistato l’argento ai Mondiali dello scorso anno e sono pronte a salire sul podio anche in queste Olimpiadi. Anche la Svizzera cercherà il grande colpo sul ghiaccio coreano, visto che le elvetiche sono state campionesse iridate dal 2014 al 2016 e nonostante un ultimo anno senza acuti, possiedono sicuramente le qualità per arrivare tra le prime quattro.

CLICCA QUI PER IL MINISITO SULLE OLIMPIADI INVERNALI DI PYEONGCHANG 2018

 

 

[email protected]

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: WCF / Richard Gray