Dakar 2018, settima tappa altre categorie: Van Genugten e Dutrie trionfano nei camion e nei quad

Dopo il giorno di riposo concesso ai protagonisti della Dakar 2018 a La Paz, la carovana è ripartita per una tappa tutta in territorio boliviano. La “La Paz-Uyuni” di 425 chilometri di prova speciale (sui 726 complessivi), per un percorso che taglia la Bolivia da occidente ad oriente, molto temuta dai partecipanti. Si è partiti infatti dalla capitale boliviana, con i suoi 3640 metri di altitudine, per puntare verso le città di Calamarca, Patacamaya, Caracollo (sulla Cordillera de Tres Cruces) fino ad Oruro (sul lago Uru Ora) ai piedi della Cordillera de Azanaques, per poi iniziare a fare sul serio con la gara vera e propria con un percorso che si snoda sotto il lago de Poopo (ad altezze di oltre 3800 metri) per poi puntare verso Uyuni che si trova esattamente sopra alla vasta Salar de Uyuni. Qualità di navigazione fondamentali per la massimizzazione della prestazione.

CAMION

Tra gli autocarri l’olandese Ton Van Genugten si è aggiudicato la settima tappa con il crono di 4H10’40” dimostrando grande abilità nel gestire la guida del proprio Iveco in condizioni meteorologiche complicate e lungo un percorso, come detto, ricco di insidie. Il pilota orange ha dominato la scena fin dal WP4 guadagnando, passaggio dopo passaggio, nei confronti dell’altro equipaggio Iveco capeggiato dall’argentino Federico Villangra, vincitore della stage n.6. Sudmericano giunto al traguardo con 2’01” di ritardo dal teammate. In terza piazza il leader della graduatoria generale, il russo Eduard Nikolaev su Kamaz che, dopo aver gestito nei tratti centrali più pericolosi, è riuscito a concludere la sua prova mantenendo un distacco accettabile dai rivali di 4’54”, non perdendo più di tanto in termini di classifica generale. A completare la top5 il duo ceco composto da Kolomy (Tatra) e Macik (Liaz), all’arrivo rispettivamente con 5’49” e 6’11” di ritardo dal Van Genugten. Limita i danni il bielorusso Viazovich (Maz) che si conferma in terza posizione nella graduatoria generale, ottenendo nel stage 7 la sesta posizione a 9’20” dalla vetta.

CLASSIFICA CAMION DELLA SETTIMA TAPPA

POS. EXP. DRIVE-TEAM MARK-MODEL TIME VARIATION PENALITY
1 509

 TON VAN GENUGTEN

 BERNARD DER KINDEREN

 PETER WILLEMSEN

PETRONAS TEAM DE ROOY IVECO 04H 10′ 40”
2 501

 FEDERICO VILLAGRA

 RICARDO ADRIAN TORLASCHI

 ADRIAN ARTURO YACOPINI

YPF INFINIA DIESEL TEAM DE ROOY 04H 12′ 41” + 00H 02′ 01”
3 500

 EDUARD NIKOLAEV

 EVGENY YAKOVLEV

 VLADIMIR RYBAKOV

KAMAZ – MASTER 04H 15′ 34” + 00H 04′ 54”
4 505

 MARTIN KOLOMY

 JIRI STROSS

 ROSTISLAV PLNY

TATRA BUGGYRA RACING 04H 16′ 29” + 00H 05′ 49”
5 510

 MARTIN MACIK

 FRANTISEK TOMASEK

 MICHAL MRKVA

BIG SHOCK RACING 04H 16′ 51” + 00H 06′ 11”
6 512

 SIARHEI VIAZOVICH

 PAVEL HARANIN

 ANDREI ZHYHULIN

MAZ-SPORTAUTO 04H 20′ 00” + 00H 09′ 20”
7 508

 ARTUR ARDAVICHUS

 SERGE BRUYNKENS

 MICHEL HUISMAN

ASTANA MOTORSPORT TEAM DE ROOY IVECO 04H 28′ 48” + 00H 18′ 08”
8 516

 MAURIK VAN DEN HEUVEL

 WILKO VAN OORT

 MARTIJN VAN ROOIJ

DAKARSPEED 04H 29′ 51” + 00H 19′ 11”
9 507

 AIRAT MARDEEV

 AYDAR BELYAEV

 DMITRIY SVISTUNOV

KAMAZ – MASTER 04H 30′ 45” + 00H 20′ 05”
10 515

 ANTON SHIBALOV

 DMITRII NIKITIN

 IVAN ROMANOV

KAMAZ – MASTER 04H 30′ 51” + 00H 20′ 11”

 

QUAD

Tra i quad è il francese Axel Dutrie che in sella alla Yamaha del DRAG’ON RALLY team si è imposto in 6H59’04” senza dare possibilità a nessun’altro di avvicinarsi. Una gara condotta quasi dall’inizio nella quale il transalpino ha saputo interpretare meglio i km di speciale emergendo nella navigazione. Alle spalle del pilota d’Oltralpe il brasiliano Marcelo Medeiros del Taugatur Racing Team a 4’50” ed il leader della categoria, il cileno Ignacio Casale (Casele Racing) a 8’58” dal Dutrie. A completare il quadro dei primi cinque il paraguaiano Nelson Augusto Sanabria Galeano a 11’33” del Sanabria Dakar Team e Giulian Horacio Giordana a 19’38” mentre il trionfatore della sesta tappa, Jeremias Gonzalez Ferioli, si è classificato settimo a 24’48”. In classifica generale non cambia nulla dal momento che Casale troneggia, come sempre, avendo 1H10’09” di vantaggio sul canadese Alexis Hernadez (oggi ottavo a 28’37”) e di 1H28’13” su Gonzalez Ferioli.

POS. EXP. DRIVE-TEAM MARK-MODEL TIME VARIATION PENALITY
1 245

 AXEL DUTRIE

DRAG’ON RALLY TEAM 06H 59′ 04”
2 282

 MARCELO MEDEIROS

TAGUATUR RACING TEAM 07H 03′ 54” + 00H 04′ 50”
3 241

 IGNACIO CASALE

CASALE RACING 07H 08′ 02” + 00H 08′ 58”
4 251

 NELSON AUGUSTO SANABRIA GALEANO

SANABRIA DAKAR TEAM 07H 10′ 37” + 00H 11′ 33”
5 280

 GIULIANO HORACIO GIORDANA

GIORDANA DAKAR TEAM 07H 18′ 42” + 00H 19′ 38”
6 249

 NICOLAS CAVIGLIASSO

TEAM AL DESERT 07H 22′ 04” + 00H 23′ 00”
7 246

 JEREMIAS GONZALEZ FERIOLI

CONSULTORES DE EMPRESAS 07H 23′ 52” + 00H 24′ 48”
8 248

 ALEXIS HERNANDEZ

ALEXIS HERNANDEZ RACING 07H 27′ 41” + 00H 28′ 37”
9 256

 WALTER NOSIGLIA

NOSIGLIA SPORT 07H 30′ 58” + 00H 31′ 54”
10 266

 DMITRIY SHILOV

ASTANA MOTORSPORTS 2017 07H 32′ 00” + 00H 32′ 56”

 

SXS

In questa categoria, ancora in fase di completamento, è il primatista della classifica generale, il brasiliano Reinaldo Varela (Sout Racing – Can Am) a precedere tutti con il crono di 6H49’31” davanti al francese Patrice Garrouste (vincitore ieri) rafforzando, con questo risultato, la propria posizione di forza tra i side-by side.

POS. EXP. DRIVE-TEAM MARK-MODEL TIME VARIATION PENALITY
1 356

 REINALDO VARELA

 GUSTAVO GUGELMIN

SOUTH RACING – CAN AM 06H 49′ 31”
2 361

 PATRICE GARROUSTE

 STEVEN GRIENER

XTREMEPLUS POLARIS FACTORY TEAM 07H 21′ 03” + 00H 31′ 32”

 

 

[email protected]

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto profilo twitter Dakar 2018

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply