Suona l’inno svedese al termine del Grand Prix di Abu Dhabi, ma sul podio sventola anche la bandiera italiana. Henrik von Eckeramm ha trionfato nella gara più importante dell’Al Shira’aa International Horse Show, realizzando un fantastico doppio netto in sella a Chacanno e chiudendo il barrage in 39″65, quanto basta per tenere a distanza il tedesco Philipp Weishaupt, secondo in 40″86 in sella a Che Fantastica. Ma la grande sorpresa della gara è di marca azzurra e reca la firma di Natale Chiaudani, splendido terzo con il fido Almero e capace di realizzare due manche senza errori, completando il barrage in 46″92.

Nessun altro binomio, in realtà, è stato in grado di piazzare due percorsi netti, il che avvalora ulteriormente l’impresa di Chiaudani, guardingo nella seconda manche ma abilissimo nel valicare con grande perizia insieme al suo 19enne destriero le barriere e gli ostacoli dell’insidioso percorso arabo. Ai piedi del podio, infine, si sono piazzati i due padroni di casa Ramzy Al Duhami con Ted e Abdullah Al Sharbatly con Crazy Quick, entrambi penalizzati da un errore nel barrage che è costato 4 penalità, compromettendo le loro ambizioni di agganciare almeno il terzo posto davanti al pubblico amico.

[email protected]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FISE