Giro di Catalogna 2018: Fabio Aru sfida Alejandro Valverde e Nairo Quintana

Nella giornata di domani inizierà il Giro della Catalogna 2018: una breve corsa a tappe piuttosto impegnativa che per la sua collocazione nel calendario può rappresentare un ottimo avvicinamento ai grandi appuntamenti dei prossimi mesi. Tanti gli atleti di spessore presenti: andiamo a vedere quali sono i favoriti per il successo in classifica generale.

La Movistar, con ben tre uomini di classifica, sarà il faro della corsa. Alejandro Valverde, come spesso gli succede, ha già vinto in stagione e probabilmente è il candidato numero 1 per ripetere quanto fatto lo scorso anno, quando ottenne la vittoria finale. Più difficile capire la forma di Nairo Quintana, in corsa solamente alla Colombia Oro y Paz, ben lontana dagli standard del World Tour europeo. Il colombiano, in ogni caso, ha scelto di rientrare in corsa proprio in Catalogna in quello che dovrebbe l’avvicinamento ad un nuovo assalto al Tour de France, dopo che nel 2017 ha chiuso secondo il Giro d’Italia. Con loro, anche il giovane spagnolo Marc Soler, prospetto dal sicuro avvenire che però già nel presente può provare a dire la sua e misurarsi con i big del panorama internazionale.

Secondo alla Parigi-Nizza, sarà nuovamente in corsa il britannico Simon Yates (Mitchelton Scott), che al pari del gemello Adam, anche lui in gara dopo la quinta piazza alla Tirrreno-Adriatico, ha iniziato l’anno già con una condizione molto brillante e potrebbe concretizzare il momento. Entrambi hanno ottime possibilità. Rigoberto Uran, invece, si è dovuto accontentare delle posizioni di rincalzo alla Tirreno-Adriatico: l’atleta delle EF Drapac, però, potrebbe rimanere tra i migliori quando la strada sale, recitando un ruolo importante nella corsa al successo finale. Il Team Sky, nell’occasione, dovrebbe puntare su Sergio Henao, ma attenzione al giovane Egan Bernal, sicuramente tra i temi più interessanti di quest’annata. Tra gli altri, Thibaut Pinot (Groupama-FDJ), Louis Meintjes (Dimension Data), Steven Kruijswijk (LottoNL-Jumbo) e Daniel Martin (UAE Emirates).

Tra i compagni dell’irlandese anche l’azzurro Fabio Aru, che torna in gara dopo una Tirreno-Adriatico non scintillante, in cui è riuscito comunque a lasciare il segno con un incoraggiante quarto posto nella frazione di Sassotetto. A meno di due mesi dall’inizio del Giro, il sardo è alla richiesta di risposte dal proprio fisico prima ancora che di risultati. Lo vedremo competitivo per la generale? Date le ultime uscite è più probabile che sfrutti l’occasione per migliorare la condizione, ma è difficile escluderlo a priori almeno dalla lotta per il podio.

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI DI CICLISMO

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

[email protected]

Foto: Comunicato Stampa UAE Emirates – Lorenzo Fizza Verdinelli

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply