Golf, PGA Tour 2018: Bryson DeChambeau svetta nell’RBC Heritage! Francesco Molinari rimonta e supera il taglio

Bryson DeChambeau vola al comando dell’RBC Heritage, torneo inserito nel circuito del PGA Tour 2018, in corso di svolgimento sul percorso par 71 dell’Harbour Town Link Golf Course di Hilton Head Island, nel South Carolina. Lo statunitense ha realizzato il miglior giro di giornata in 64 colpi (-7), piazzando un eagle alla 2, seguito da 7 birdie e 2 bogey e giungendo a metà gara con 10 colpi totali sotto il par, quanto basta per tenersi alle spalle la coppia composta dal sudcoreano Si Woo Kim e dall’inglese Ian Poulter, entrambi a quota -9 e capaci di recuperare diverse posizioni con una seconda tornata di spessore.

Kim ha realizzato ben 9 birdie, ma ha il rimpianto per il triple bogey al par 3 della 14, concluso in 6 colpi, mentre Poulter ha messo a segno un giro senza sbavature con 7 birdie che gli hanno consentito di recuperare 18 posizioni e di ergersi fino al secondo posto.

Ai piedi del podio ci sono invece ben quattro atleti, tra cui il sudafricano Rory Sabbatini, scivolato indietro a quota -8 con un giro in 70 colpi (-1) e attualmente in compagnia degli statunitensi Chesson Hadley, Brandt Snedeker e Luke List, gli ultimi due capaci di rimontare ben 30 posizioni imitando DeChambeau e Poulter con un round in 64 colpi. Chiudono la top ten altri cinque atleti in ottava posizione, ossia gli statunitensi Billy Horschel, Charles Howell III e Bill Haas, l’australiano Danny Lee e l’atleta di Taipei C. T. Pan.

Scivola indietro, invece, Dustin Johnson, soltanto 26° con un giro in 69 colpi (-2), non sufficiente comunque a consentirgli di restare nella top 20. Ancora peggio ha fatto l’inglese Matthew Fitzpatrick, che ha completato la tornata in linea col par ed ora è 42° a quota -2, piuttosto distante dalle prime posizioni.

Incoraggiante, infine, la prova di Francesco Molinari, che ha superato il taglio con un giro in 69 colpi (-2) ed è ora in linea col par al 58° con ben 24 posizioni recuperate rispetto al primo round. Molinari è partito forte con un eagle alla buca 2 e ha poi messo a referto 3 birdie e 3 bogey che gli hanno consentito in extremis un cut che non ha risparmiato gli inglesi Paul Casey e Tyrrell Hatton, costretti a dire addio al torneo dopo soli due giri.

[email protected]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto di Valerio Origo

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply