Hockey ghiaccio, Finale Continental Cup 2018: il Renon apre con una sconfitta con lo Yunost Minsk

Si è aperta con una sconfitta la Finale della Continental Cup di hockey su ghiaccio per il Renon. La squadra di Collalbo è stata battuta nell’incontro inaugurale dai padroni di casa dello Yunost Minsk per 2-1. Un punteggio che non riflette quanto visto in campo, con i bielorussi padroni del ghiaccio per tre quarti di gara, in cui hanno mostrato tutta la loro forza ed il perché sono i favoriti per la conquista del titolo.

Senza lo squalificato Bretton Stamler e gli infortunati Andreas Alber , Maximilan Poler e Kevin Fink, il Rittner Buam ha avuto subito un powerplay dopo 59″, senza tuttavia riuscire a concretizzarlo. Un’occasione fatale perché subito dopo è arrivato il vantaggio dei padroni di casa con Plotnikov. Il russo ha ispirato anche il raddoppio, immediato, scagliando un tiro respinto da Killeen nelle vicinanze di Karakulko, che ha insaccato il 2-0. Un uno-due al volto degli altoatesini, che ci hanno provato in maniera volenterosa nel secondo drittel, subendo però l’iniziativa dello Yunost, pericolosissimo ogni qual volta si è avvicinato alla porta difesa da Killeen, costretto agli straordinari.

Qualche spiraglio si è aperto nel tempo finale, quando i bielorussi hanno abbassato il ritmo, controllando il vantaggio: prima Lutz, poi Spinell hanno impensierito Milchakov, ma alla fine è stato Tudin a riaprire l’incontro a pochi minuti dalla fine. Il tempo a disposizione non è bastato, così come la scelta di giocare con l’uomo di movimento in più. Il Renon si è arreso 2-1, aprendo il torneo con una sconfitta. Domani la sfida sarà contro i kazaki del Nomed Astana.

 

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS DI HOCKEY SU GHIACCIO

[email protected]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Facebook Rittner Buam

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply