Hockey ghiaccio, Finale Continental Cup 2018: il Renon si arrende anche agli Sheffield Steelers e chiude quarto

È terminata con una sconfitta l’avventura del Renon nella Finale della Continental Cup di Minsk. La squadra di Collalbo si è arresa nel terzo incontro agli Sheffield Steelers chiudendo, come lo scorso anno, al quarto ed ultimo posto. L’obiettivo del Rittner Buam era quello di migliorare lo score di dodici mesi ma invece c’è da registrare un passo indietro: nella finale della scorsa stagione, infatti, il Renon era riuscito a portare a casa una vittoria, mentre quest’anno sono arrivate tre sconfitte su tre incontri.

Senza l’attaccante Thomas Spinell, squalificato dopo l’espulsione di ieri, la formazione italiana ha immediatamente subito l’iniziativa degli inglesi. Killeen ha fatto buona guardia, mentre il Renon si è fatto vedere prima con Frei e poi con Kostner, che ha colpito un palo. Lo Sheffield, però, ha sfruttato alla grande la superiorità numerica a fine primo drittel, andando a segno con Jamtin. Il Rittner non si è però scomposto e ha tentato la reazione nel secondo drittel: ci ha provato Ahlstroem, ma la grande chance l’ha avuta Jean, che non è riuscito a superare Mustukovs nell’uno contro uno. Ancora una volta, però, è stato fatale il finale di tempo, con Westerling che ha sorpreso Killeen realizzando il raddoppio. Un gol che ha tagliato le gambe al Renon, incapace di reagire nel finale. Kostner ha fallito un’altra occasione ed addirittura gli italiani hanno dovuto difendersi dagli assalti inglesi, in cerca della terza rete. Il finale è stato per 2-0.

Va quindi in archivio per il Renon, dunque, la seconda finale della Continental Cup. Un quarto posto che fa male: l’élite europea è ancora lontana.

 

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS DI HOCKEY SU GHIACCIO

[email protected]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Facebook Rittner Buam

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply