Seconda giornata del torneo maschile di hockey su ghiaccio alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018. Oggi è toccato ai gironi A e C, andando a completare le prime partite dei tre raggruppamenti.

Nel girone A debutto agevole per il Canada, che ha battuto 5-1 la Svizzera. Una superiorità manifestata dopo pochi minuti con le reti di Rene Bourque e Maxim Noreau nel primo drittel. Bourque ha poi siglato la doppietta nella seconda frazione, con Wojtek Wolski che ha calato il poker. Solo nel finale gli elvetici hanno realizzato il gol della bandiera con Simon Moser, prima che anche Wolski chiudesse la personale doppietta.
Più difficoltà del previsto per la Repubblica Ceca, che si è sbarazzata della Corea del Sud “solo” per 2-1. I cechi sono stati colpiti a freddo dal gol di Cho Minho. È stato Jan Kovar a firmare il pareggio in superiorità, sfruttata a pieno con il raddoppio di Michal Repik. Il punteggio si è quindi cristallizzato, con i coreani che non sono riusciti a sfondare pur provandoci in tutti i modi. Il muro finlandese ha resistito, senza nemmeno sfruttare una doppia superiorità nel terzo drittel.

Nel gruppo C hanno vinto Finlandia e Svezia, favorite per giocarsi il primo posto. I biancoblu hanno dovuto scrollarsi di dosso la resistenza della Germania: Sami Lepisto ha sbloccato il match dopo soli 3′, ma Brooks Macek ha firmato il pari poco dopo. Mika Pyorala ha riportato avanti i finlandesi, che solo nel secondo drittel hanno saputo fare il vuoto, con le reti in superiorità di Eeli Tolvanen e Lasse Kukkonen nel giro di un minuto. L’uno-due ha messo il match in discesa e nel finale i gol di Frank Hordler e Joonas Kemppainen hanno fissato il 5-2 finale.
Meno problemi per la Svezia, che ha chiuso il match con la Norvegia con uno shut-out. Sono bastati due gol nel primo e due nel terzo drittel. In avvio ci hanno pensato Par Lindholm e Anton Lander, quest’ultimo in tripla superiorità mentre in apertura di terzo tempo, dopo varie occasioni non sfruttate dai norvegesi con l’uomo in più, sono arrivate le reti di Dennis Everberg e Mikael Wistrand.

CLICCA QUI PER IL MINISITO SULLE OLIMPIADI INVERNALI DI PYEONGCHANG 2018

 

 

[email protected]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Carola Semino