Il campionato di serie A diretto verso la sua conclusione

Mancano ormai poche partite al termine di questo combattuto e incerto campionato di serie A. Come tutti ormai sanno, a metà giugno saranno di scena i campionati del Mondo FIFA, giocati in Russia; questo ha creato un calendario zeppo di impegni per il campionato di serie A, che salvo eventuali spareggi, dovrebbe risolversi entro il prossimo 20 maggio. La situazione attuale vede la Juventus sempre più lanciata verso la conquista del suo settimo titolo consecutivo. Non demorde però il Napoli di Maurizio Sarri, che nel finale di gara contro il Chievo ha conquistato i tre punti necessari per restare in corsa, perlomeno fino allo scontro diretto di Torino, che si terrà il prossimo 22 aprile. Interessante notare come la battaglia per la zona Champions è in perfetto equilibrio, visto che Roma, Inter e Lazio, sono tutte lì, a soli 1-2 punti di distacco. La Roma di Eusebio Di Francesco, malgrado alcune prestazioni altalenanti è uscita vincitrice dai quarti di finale di Champions, e ora è quindi lanciata verso una inaspettata (specialmente per come si erano messe le cose) semifinale, dai connotati storici, visto che sono trascorsi ben 34 anni dall’ultima volta. Questa è sicuramente una delle notizie sportive di maggior rilievo per quanto riguarda il mese di aprile, senza nulla togliere al big-match di Torino che vedrà la Juventus sfidare il Napoli in una partita fondamentale per quanto riguarda l’esito finale del campionato.

La Juventus invece ha mancato di un soffio l’impresa, ma aldilà delle polemiche, esce a testa alta e ora punto tutto ciò che resta sulla conquista del suo settimo titolo e della finale di Coppa Italia contro il Milan di Gattuso. Milan che ormai ha sempre meno probabilità di puntare per un posto in Champions, ma che conclude una stagione a ritmi e prestazioni alterne, nel migliore dei modi. Stessa cosa potrebbe dirsi della Fiorentina di Stefano Pioli, squadra che dopo la prematura morte del suo capitano, Davide Astori, ha ingranato la marcia e ottenuto ben 6 vittorie consecutive, che è un record personale che la squadra gigliata non otteneva addirittura dal 1960. Una classifica provvisoria che vede un accesa lotta per la salvezza che coinvolge allo stato attuale delle cose tutte le squadre che vanno dall’Udinese, tredicesima, e sempre più in picchiata rispetto alla parte centrale del campionato, fino ad arrivare al Benevento di De Zerbi, che pur giocando un ottimo calcio, è quasi inevitabilmente retrocessa in B. I giochi invece non sono ancora fatti per tutte le altre sei squadre coinvolte nella lotta per la salvezza. Sassuolo, Chievo e Spal, stanno dimostrando di avere una marcia in più rispetto a Verona, Crotone e Cagliari.

Tutto questo però verrà deciso solo all’ultima giornata di campionato. Il Crotone più che altro ha un calendario molto impegnativo, dovendo affrontare fra le altre Juventus, Napoli e Lazio. Resta poi da dire qualcosa sul piazzamento in Europa League con Milan e Fiorentina favorite rispetto a Sampdoria e Atalanta che potrebbero ancora aspirare a un posto d’onore in Europa. Il campionato però, restando così in bilico è ancora abbastanza aperto, specialmente se il Napoli riuscirà ad arrivare fino alla fine con così pochi punti di distacco rispetto alla Juventus di Allegri. L’impresa sarebbe difficile, ma non impossibile. In effetti questo è in pratica l’unico campionato europeo ancora aperto e in bilico, mentre in tutti gli altri Paesi d’Europa conosciamo già la squadra che ha vinto il titolo per la stagione 2017-2018. Teniamoci stretto questo primato, dunque.

Foto: Ciro Santangelo

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply