Maratona Boston 2018: tempi, risultati e classifica. Yuki Kawauchi e Desiree Linden vincono sotto la pioggia

La Maratona di Boston 2018 ha come sempre regalato grande spettacolo. La 122^ edizione della 42 chilometri più antica del mondo si è corsa sotto una fitta pioggia e con temperature attorno ai 7 °C che hanno complicato la vita dei 20000 podisti al via. Per le vie della capitale del Massachusetts, a cinque anni dal terribile attentato che sconvolse tutta la Nazione, non sono mancati i colpi di scena.

Al maschile, infatti, si è imposto a sorpresa il giapponese Yuki Kawauchi (2h15:54). L’asiatico guidava il gruppo di testa insieme all’etiope Lemi Berhanu e al keniano Geoffrey Kirui alla mezza (1h05:59). Nei cinque chilometri successivi, però, Geoffrey Kirui cerca l’allungo per volare verso la sua seconda vittoria consecutiva a Boston. Il Campione in carica transita ai trenta chilometri con 28 secondi di vantaggio su Kawauchi, lo statunitense Shadrack Biwott e l’olandese Abdi Nageeye. Il passo del keniano sembra essere incontenibile e al 35° chilometro ha addirittura un minuto e mezzo di vantaggio sul giapponese e sull’idolo della folla. L’africano va però clamorosamente in crisi, Kawauchi ricuce un distacco enorme, opera il sorpasso e vince nell’incredulità generale. Al secondo posto Geoffrey Kirui (2h18:21), terzo Shadrack Biwott (2h18:32).

Yuki è un vero e proprio idolo nel mondo delle maratone: il 30enne di Tokyo lavora per la Prefettura di Saitama e nel tempo libero si allena, senza alcuno sponsor. Quello di oggi è naturalmente il suo risultato migliore ma in passato ha vinto anche la Maratona di Oslo e di Zurigo, giungendo nono agli ultimi Mondiali di Londra e sesto a New York nel 2015.

Tra le donne ha invece vinto Desiree Linden, la prima americana capace di vincere a Boston dopo 33 anni di digiuno. La 34enne statunitense della California, già presente alle Olimpiadi di Londra 2012 e Rio 2016, è riuscita finalmente a trionfare dopo il secondo posto del 2011, il quarto posto del 2015 e dell’anno scorso. Inizio abbastanza lento con le etiopi Mamitu Daska e Aselefech Mergia a tenere il ritmo, rimangono in sette al quindicesimo chilometro poi alla mezza la Daska inizia a forzare il passo. La Linden controlla sulla keniana Gladys Chesir e sull’etiope Daska, al trentacinquesimo chilometro aumenta e vola via trionfando in 2h39:54 seconda la connazionale Sarah Sellers (2h44:04), terza la canadese Krista Duchene (2h44:20) brave a risalire nel finale.

 

CLICCA QUI PER I RISULTATI COMPLETI E TUTTE LE CLASSIFICHE

 

(foto pagina Facebook Boston Marathon)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply