Lo inseguiva, era la sua ossessione, era il suo incubo notturno: davvero non ci dormiva, non pensava ad altro da quattro anni. Il più grande dell’ultimo decennio senza oro olimpico: non poteva e non doveva essere. Ha mantenuto la calma, si è concentrato, non ha sentito la pressione e non ha pagato l’emozione a caro prezzo: Marcel Hirscher ha finalmente fatto pace con se stesso e ha conquistato il titolo a cinque cerchi, quello più voluto, quello più desiderato, quello più cercato.

Dopo aver vinto sei Coppe del Mondo generali consecutive (viaggia verso la settima), dopo aver superato quota cinquanta successi e aver staccato Alberto Tomba nelle classifiche dei più grandi vincitori di tutti i tempi, il fenomeno austriaco è finalmente riuscito a sfatare il tabù e si è consacrato per sempre. Ora è davvero Campione di tutto. Certo, la combinata alpina non vale quanto il gigante o lo slalom ma le lacrime di gioia possono tranquillamente sgorgare sul volto di questo 28enne che si è rivelato imbattibile e che mai come oggi può davvero fare festa. La sua bacheca, in cui figurava soltanto l’argento conquistato in slalom a Sochi 2014, si arricchisce e diventa sempre più importante.

Stiamo parlando di fuoriclasse leggendario, un uomo capace di dominare in lungo e in largo nelle prove tecniche, Campione del Mondo per ben sei volte (due in slalom, una in gigante, una in combinata e due nel team event), per 120 volte sul podio in Coppa del Mondo. Sono numeri che certificano una supremazia da vero numero uno, meritevole di essere ricordato per i prossimi decenni. Il Campione di Annaberg im Lammertal ha rotto il ghiaccio e ora non vuole più fermarsi: riuscirà a realizzare la fantastica tripletta prendendosi gli ori negli amati gigante e slalom? In stagione è sembrato imbattibile…

 

CLICCA QUI PER IL MINISITO SULLE OLIMPIADI INVERNALI DI PYEONGCHANG 2018

 

(foto pagina Facebook Marcel Hirscher)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter