MotoGP, Test Thailandia 2018: Valentino Rossi vuol chiarirsi i dubbi sulla nuova Yamaha

La MotoGP torna ad infiammare i cuori degli appassionati da venerdì per la seconda sessione di test invernali dal 16 al 18 febbraioSarà debutto assoluto in Thailandia, sulla pista di Buriram, che già ha ospitato il Mondiale Superbike nelle ultime tre stagioni.

Test, dunque, con valenza doppia per le squadre che, oltre a portare avanti lo sviluppo delle nuove moto, andranno in cerca del miglior feeling con il circuito. Un tracciato lungo 4554 metri con 12 curve, di cui 7 a destra e 6 a sinistra, le cui peculiarità sono similari a Spielberg: primi due settori in cui la potenza del motore è importante, terzo e quarto dove il “turning” incide sul tempo finale.

La Yamaha come arriva all’appuntamento? In Malesia, dopo due giornate estremamente positive, Valentino Rossi e Maverick Vinales sono incappati in un day-3 di dubbi e perplessità. Il telaio di ispirazione 2016 ha soddisfatto i centauri, la nuova carena alata è stata avallata dalla Federazione Internazionale mentre resta da capire quali delle due specifiche di motore scegliere anche se il male oscuro della creatura di Iwata sembra dipendere da altro. Ragionando per esclusione potrebbe essere un problema di elettronica. Rossi, nelle sue esternazioni in pubblico, ha ribadito più volte come Honda e soprattutto Ducati siano più avanti da questo punto di vista. La tre giorni di prove thailandese sarà utile in questa chiave.

Il “Dottore” si aspetta dei miglioramenti concreti rispetto all’anno scorso e già nelle prime gare potrebbe prendere la decisione di continuare a correre sotto l’insegna dei tre diapason oppure fare altro. Le intenzioni sono quelle di rinnovare il contratto ma sarà la nuova M1 a rassicurare il 9 volte campione del mondo. Il negativo 2017, tra telai cambiati ed una confidenza con gli pneumatici Michelin mai trovata, vuol essere messo nel cassetto ed una tappa fondamentale sarà proprio in Thailandia.

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL MOTOMONDIALE 

[email protected]

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply