Motomondiale 2018: Dennis Foggia, dal CEV alla Moto3. Un nuovo grande talento per l’Italia

È nato a Roma il 7 gennaio 2001, per cui ha appena compiuto 17 anni. Ha esordito nella passata stagione nel Mondiale Moto3 correndo tre Gran Premi e ha centrato altrettanti piazzamenti in zona punti. Ha fatto capolino nel Motomondiale a Brno, in Repubblica Ceca e ha subito concluso in quattordicesima posizione. Dopodichè ha corso ad Aragon e ha centrato una ottima ottava posizione, per poi superarsi a Valencia con un settimo posto dopo una gara corsa sempre in vetta nella quale ha messo in mostra personalità e talento come raramente abbiamo potuto ammirare negli ultimi anni. Se non avete capito di chi stiamo parlando possiamo aggiungere che contemporaneamente a questi risultati si è anche laureato campione nel CEV Moto3. Stiamo parlando, ovviamente, di Dennis Foggia e, fidatevi, imparerete a conoscere il suo nome perfettamente. Sin dai prossimi mesi, non anni.

Dennis Foggia non è un pilota come tanti altri. Da quanto fatto vedere in questo suo primo scorcio di carriera sembra un predestinato con una carriera davvero importante davanti a sè. Il team Sky Racing VR46 ha deciso di puntare ciecamente su di lui e di catapultarlo a tempo pieno in Moto3 per fare esperienza, crescere, e stupire al fianco del suo nuovo compagno Nicolò Bulega che, come il romano, ha vinto il CEV prima di sbarcare nel Motomondiale. La personalità che ha messo in mostra nelle prime uscite, soprattutto a Valencia, gara nella quale ha dimostrato di non avere alcun timore reverenziale e di essere pronto a lottare gomito a gomito contro gente come Joan Mir o Romano Fenati, fa davvero ben sperare, unita ad un talento che appare davvero cristallino.

Raramente negli ultimi anni abbiamo visto un nostro portacolori bruciare le tappe in questa maniera. Esordire a 16 anni in Moto3 e centrare tre piazzamenti in zona punti, con un ottavo ed un settimo posto, sono sintomo di qualcosa di speciale. L’Italia potrebbe avere trovato un vero e proprio astro nascente che può riportare in altro i nostri colori. Dopo tanti anni di buchi nell’acqua le cose sembrano cambiare. La rotta, forse, si sta invertendo, ed il titolo mondiale di Franco Morbidelli in Moto2 (anch’esso romano come Foggia) lo conferma. Abbiamo per le mani una nidiata di giovani campioni in erba, tanti buonissimi piloti che possono farci togliere grandi soddisfazioni. Dennis Foggia è, senza dubbio, uno di questi, ed una grande carta da giocarci in ottica futura. Se gli sarà lasciato il tempo di sbagliare e crescere grazie ai suoi 17 anni, potremo vedere il suo vero valore. Intanto godiamocelo in questa stagione 2018 che si annuncia di apprendistato, ma vedendo il carattere del pilota dello Sky Racing VR46 team, siamo certi che non vorrà passare da comparsa, e cercherà il massimo sin dal primo momento, ovvero il GP del Qatar di Losail.

 

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL MOTOMONDIALE

[email protected]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Dennis Foggia

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply