Nuoto, Massimiliano Rosolino critica la scelta di Federica Pellegrini: “Torna ai 200 stile libero per essere competitiva!”

Il tema è sempre lo stesso: “200 stile libero si, 200 stile libero no“. Il progetto “velocità” di Federica Pellegrini non decolla e quel 54″42 dei Campionati Italiani di Riccione non esalta proprio, vedendo che il resto del mondo si esibisce su tempi di 2″ più veloci. Ed allora perché perseverare?

Se lo chiedono in tanti e le critiche circa questa scelta non arrivano solo dagli appassionati di nuoto ma anche da chi qualcosa in vasca ha fatto, ovvero Massimiliano Rosolino (campione olimpico a Sydney nel 2000 e mondiale a Fukuoka nel 2001 nei 200 metri misti; tra il 1995 e il 2008 quattordici volte campione europeo e 60 volte a medaglia in queste importanti manifestazioni internazionali).

In un’intervista concessa a Leggo, Rosolino lo ha detto piuttosto chiaramente: Così come è la situazione oggi, scordati le Olimpiadi. Cara Federica, lascia stare la velocità pura e torna al tuo vecchio amore, alla gara dove sei imbattibile, i 200 stile libero – le parole di Max – Solo così potrà vincere ancora ai Giochi. Ne sono convinto: Fede può essere ancora la regina olimpica ma non nei 100 sl, ha aggiunto l’ex campione partenopeo.

Ho nuotato 49″ netti ed ero da finale mondiale nei 100, ma non certo competitivo per una medaglia come nei 200 e 400 stile libero o i 200 misti. Per questo non mi sono fatto convincere, non ho cambiato ed ho fatto bene. Alla Pellegrini lo dico con decisione ma con affetto: riprenditi i 200 sl e sarai ancora regina. E’ questione di gara, non di età. Lei è integra, ma trasformarsi in velocista pura è cosa davvero difficile“.

Da par suo la campionessa di Spinea, intervenendo ad un evento organizzato da Head&Shoulders, salita sul palco in compagnia del portiere Gianluigi Buffon, ha sottolineato: “Ho abbandonato la mia gara per dedicarmi alla velocità; in questo momento del nuoto ci vuole coraggio per prendere questa decisione. E’ giusto andare avanti con le proprie idee e personaggi come noi (riferendosi anche a Buffon) sono divisivi”. Il tormentone andrà avanti ancora a lungo.

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NUOTO

[email protected]

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Diego Gasperoni

 

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NUOTO

[email protected]

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Diego Gasperoni

 

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply