Nuoto, Mondiali paralimpici 2017: l’Italia continua ad incantare. Efrem Morelli e Carlotta Gilli sugli scudi

L’Italia continua ad incantare nella vasca di Città del Messico, sede dei Mondiali paralimpici 2017 di nuoto. Sono arrivate altre 6 medaglie per il Bel Paese: 2 ori, 2 argenti e 2 bronzi che portano il bottino della nostra squadra a totalizzare, al momento, 27 medaglie, in terza posizione nel medagliere alle spalle della Cina e degli Stati Uniti.

A dare inizio alle danze ci ha pensato uno strepitoso Efrem Morelli che nei 50 sb3 si è portato a casa l’oro, confermandosi agonista eccezionale. Un successo tutta grinta per il 38enne tesserato per la Polisportiva Bresciana no Frontiere che, reduce dal l’oro all’Europeo di Funchal nel 2016 e dal fantastico bronzo paralimpico a Rio 2016, è riuscito a conquistare un successo splendido. Il nostro portacolori con il tempo di 49″00 ha letteralmente dominato la scena mettendosi dietro lo spagnolo Miguel Loque (51″14) ed il greco Konstantin Karaouzas (55″32). “Tenuto conto degli ultimi giorni giorni dove ho fatto molta faticaad ambientarmi all’altura, sinceramente mi ero preoccupato soprattutto per la gestione della gara dei 50 rana. Non ho potuto fare quello che facevo di solito (ad una competizione normale a livello del mare), quindi ero un po’ impensierito da questo, ma grazie all’aiuto di tutto lo staff Nazionale sono riuscito a mettere a punto una strategia di gara che mi ha permesso di poter arrivare fino in fondo. L’oro lo dedico a mio cugino Franco, scomparso ad agosto, lui era per me una figura importantissima, mi è sempre stato vicino in tutto …”, le dichiarazioni a caldo del neo campione del mondo riportate dal sito della Finp.

Nell’ultima gara di giornata l’insaziabile Carlotta Gilli ha posto il suo marchio anche sui 50 stile libero s13. La 16enne della Rari Nantes si è imposta nella specialità di pura velocità con il crono di 27″03, stabilendo il nuovo primato dei campionati e non dando alcuna possibilità di replica alle rivali sensibilmente distanziate. In seconda e terza posizione troviamo, infatti, la polacca Joanna Mendak e l’iberica Marian Polo Lopez rispettivamente a 1″57 e 2″05.

Gilli che non contenta si è messa in evidenza anche nell’atto conclusivo dei 400 stile libero s13 giungendo seconda in 4’42″71 alle spalle dell’americana Rebecca Meyers (4’32″65) mentre ha colto il bronzo la spagnola Ariadna Edo Beltran (4’52″39). Terza piazza per un altro nuotatore tricolore di grande talento ovvero Antonio Fantin che nei 100 dorso s6 ha dimostrato ancora una volta tutte le sue qualità (1’22″18) terminando dietro al brasiliano Talisson Glock (1’18″10) ed all’iberico Antoni Ponce Bertran (1’20″03).

Il secondo argento di giornata lo ha firmato Monica Boggioni nei 50 rana sb3 seconda (54″83) solo alla grandiosa cinese Jiao Cheng, autrice di un eccezionale primato mondiale di 52″65. A completare la top3 la padrona di casa Patricia Valle (1’00″82). A chiudere il cerchio non poteva mancare il nostro Federico Morlacchi che nei 100 rana sb8 ha arricchito la sua bacheca di un altro metallo importante ovvero il bronzo (1’13″08) nella gara vinta dall’iberico Salguero (1’09″56) a precedere il cinese Haijiao Xu (1’13″01) davanti all’atleta nostrano di appena un centesimo.

 

IL MEDAGLIERE DOPO LA QUARTA GIORNATA DI GARE

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DEL NUOTO

[email protected]

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina facebook Finp

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply