Pattinaggio artistico, Olimpiadi invernali PyeongChang 2018: comandano i cinesi Sui Wenjing / Han Cong, splendidi italiani nel corto delle coppie

Dopo l’assegnazione delle medaglie a squadre, il pattinaggio di figura è tornato protagonista sul ghiaccio della Gangneung Ice Arena per la gara delle coppie d’artistico valida per i Giochi Olimpici invernali di PyeongChang 2018. In programma quest’oggi abbiamo visto il programma corto, mentre domani il free skating assegnerà le medaglie.

La miglior prestazione di giornata è stata fatta segnare dalla coppia cinese Sui Wenjing / Han Cong: i campioni mondiali in carica hanno infatti realizzato una prestazione praticamente perfetta, ottenendo, sulle note di Hallelujah, 82.39 punti, con 44.49 punti di elementi tecnici e 37.90 punti di components, un risultato mai ottenuto da nessuna coppia nella storia a parte i russi Tatiana Volosozhar / Maxim Trankov, che superarono addirittura quota ottantaquattro per vincere l’oro olimpico quattro anni fa.

La lotta per la vittoria vede protagonisti anche i campioni europei in carica, i russi Evgenia Tarasova e Vladimir Morozov, che sono comunque riusciti a migliorare il proprio primato personale per la seconda volta, dopo aver già incrementato il proprio personal best nel team event, e portandolo così ad 81.68 punti. Sul podio provvisorio anche i canadesi Meagan Duhamel ed Eric Radford, già due volte campioni mondiali, terzi con 76.82 punti, ma incalzati dai tedeschi Bruno Massot ed Aliona Savchenko, staccati di pochi decimi (76.59): i teutonici hanno pagato in particolare l’errore di Massot sul salto in parallelo, che non ha permesso loro di superare la fatidica quota degli ottanta punti.

In una gara di altissimo livello, al quinto posto troviamo la seconda coppia cinese Yu Xiaoyu / Zhang Hao (75.58 punti, anche per loro nuovo personal best), mentre sesti sono i francesi Vanessa James e Morgan Ciprès (75.34 punti).

La prima delle due coppie italiane a scendere sul ghiaccio coreano è stata quella dei campioni italiani Nicole Della Monica e Matteo Guarise. Sulle note di Magnificat, cantata da Mina, i due hanno dato luogo al loro miglior programma della carriera, ottenendo l’incredibile punteggio di 74.00, con 40.41 punti di technical elements e 33.59 punti di components, un risultato che gli ha regalato il primato personale e, per qualche minuto, anche il nuovo record italiano.

Poco dopo i campioni nazionali, è scesa sulla patinoire olimpica anche l’altra coppia italiana in gara, quella formata da Valentina Marchei ed Ondřej Hotárek. Nonostante un twist non perfetto rispetto a quello visto nel libero del team event, gli azzurri hanno realizzato ancora un grande programma, tanto da migliorare il record nazionale stabilito poco prima da Nicole e Matteo: i giudici hanno infatti attribuito 74.50 punti all’esibizione sulle note di Tu vuò fa l’americano, con 40.36 punti per gli elementi tecnici ed un incredibile 34.14 per le componenti del programma.

Alla fine, Marchei ed Hotárek hanno terminato settimi, mentre Della Monica e Guarise si sono classificati noni, con la coppia russa Natalia Zabiiako / Alexander Enbert che si è inserita nel mezzo (74.35 punti). Da segnalare anche l’ottima prestazione dei nordcoreani Ryom Tae-Ok / Kim Ju-Sik, che si sono classificati undicesimi demolendo il proprio record nazionale (69.40).

[email protected]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: ISU Figure Skating

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply