Pizza di scarola napoletana

La pizza di scarola è uno dei rustici più famosi e tipici della cucina tradizionale napoletana. Si tratta di un tortino ripieno di scarola stufata assieme a olive di Gaeta, capperi, uva passa, pinoli e acciughe avvolto da un semplice impasto di acqua e farina e cotto al forno.

Come tutte le ricette regionali ne esistono diverse versioni, chi non mette i pinoli o addirittura le acciughe o l’uva passa. Non esiste in tal senso una regola precisa, tuttavia la ricetta originale, prevede l’utilizzo di una pasta lievitata simile a quella della pizza e non di pasta brisee o pasta sfoglia.

La pizza di scarole, così viene chiamata a Napoli, si prepara a Natale come contorno o antipasto da accompagnare alle altre ricette tradizionali partenopee. E’ ideale da mangiare e preparare in inverno quando la scarola è di stagione. La pizza di scarola va consumata fredda o ancora meglio il giorno dopo.

Ingredienti

Per l’impasto

  • 500 gr di farina 00
  • 270 gr di acqua tiepida
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 12 gr di lievito di birra fresco
  • 8 kg di sale

Per il ripieno

  • 700 gr di scarola
  • 150 gr di olive di Gaeta
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 2 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 30 gr di uvetta
  • 5 acciughe in filetti
  • sale qb
  • peperoncino qb
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • Tempo Preparazione:
    60 Minuti
  • Tempo Cottura:
    30 minuti
  • Tempo Riposo:
    3 ore
  • Dosi:
    per 4 persone
  • Difficoltà:
    Facile

Come preparare la pizza di scarola napoletana

Preparate l’impasto lievitato: fate sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida e fatelo riposare per 10 minuti. Versate la farina in una ciotola, aggiungete l’acqua e il lievito, il sale, l’olio e impastate il tutto per almeno 10 minuti. Formate una palla, mettetela in una ciotola pulita, copritela con un telo e fatela lievitare al caldo per almeno 2 ore.

Trascorso questo tempo di lievitazione, riprendete l’impasto dividetelo in 2 parti e formateci due palline. Lasciatele riposare per almeno 1 ora.

Nel frattempo lavate le foglie di scarola e tritatele grossolanamente. Scaldate l’olio in un tegame assieme agli spicchi d’aglio e ai filetti d’acciuga. Unite la scarola, l’uvetta, i pinoli, le olive e i capperi. Regolate di sale e peperoncino e cuocete il tutto fino a quando la verdura non si sarà ammorbidita e l’eventuale acqua di cottura evaporata. Fate raffreddare completamente.

Prendete ora la prima pallina d’impasto e stendetela con il mattarello infarinando il piano di lavoro se necessario. Rivestite una tortiera bassa del diametro di 26 cm precedentemente unta con poco olio o rivestita di carta forno. Riempite ora con il ripieno di scarola. Stendete a questo punto la seconda palla d’impasto e coprite la pizza di scarola sigillando bene i bordi. Punzecchiate la superficie con uno stecchino per far fuoriuscire il vapore in cottura. Spennellate con poco olio.

Scaldate il forno a 220 °C in modalità ventilato e infornate la pizza di scarola sul ripiano più basso. Cuocete la pizza di scarola per 20 – 30 minuti fino a doratura. Una volta cotta, estraetela dal forno e lasciatela intiepidire prima di servirla a fette.

Pizza di scarola napoletana ricetta e foto


We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply