Sci alpino, Gigante femminile PyeongChang 2018: Manuela Moelgg davanti a Shiffrin nella prima manche! 3a Brignone, 5a Bassino!

L’Italia fa sognare nella prima manche del gigante femminile di sci alpino alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018. Manuela Moelgg scia divinamente e rifila 2 decimi alla fuoriclasse americana Mikaela Shiffrin. Sono addirittura tre le azzurre nelle prime cinque posizioni: Federica Brignone è terza a 0.29 dalla compagna di squadra, Marta Bassino quinta a 0.57.

Una prima discesa da urlo per Manuela Moelgg, tornata in forma come ad inizio stagione dopo qualche settimana di appannamento. L’altoatesina, partita con il pettorale numero 1, ha fatto la differenza su tutte accorciando le linee sul muro, mentre nel finale è finita lunga di linea, perdendo di certo una manciata di decimi sul piano conclusivo. A 34 anni la nativa di Brunico, mai vincente nella sua vita in Coppa del Mondo, dovrà saper gestire una pressione impressionante. Nella seconda manche servirà attaccare a tutta e provarci fino in fondo.

Il vero spauracchio si chiama Mikaela Shiffrin. L’americana ha limitato i danni sul tracciato disegnato da Gianluca Rulfi, allenatore delle azzurre, difendendosi sul muro e contenendo il divario dalla testa in appena 20 centesimi. La seconda frazione, che verrà tracciata da Livio Magoni, tecnico della slovacca Petra Vlhova, dovrebbe rivelarsi adattissima alla statunitense, perché molto più filante (sulla carta) rispetto alla prima. In sostanza, Shiffrin resta la favorita numero uno per la medaglia d’oro.

Ottima anche la prestazione di Federica Brignone. Pur con qualche errorino di troppo, l’azzurra è in corsa per qualsiasi risultato. Bisognerà fare molta attenzione a Ragnhild Mowinckel: la norvegese, in crescita esponenziale, non ha nulla da perdere e fa paura in quarta piazza a 0.55 dalla Moelgg.

In piena corsa per le medaglie troviamo anche Marta Bassino, scesa con il pettorale numero 13. A tratti la piemontese ha sciato divinamente, perdendo tuttavia la linea in un paio di circostanze. Più indietro Sofia Goggia, decima a 1″02: tutto sommato la bergamasca si è difesa abbastanza bene su un tracciato troppo angusto per le sue caratteristiche.

Distacchi importanti per due delle grandi favorite della vigilia. La tedesca Viktoria Rebensburg è ottava a 83 centesimi dalla vetta, lontana ma ancora pienamente in corsa: la teutonica in passato ci ha abituato a rimonte dirompenti. Addirittura 14ma la francese Tessa Worley con un distacco pesante di 1″44, in questo caso piuttosto difficile da colmare.

Appuntamento alle 5.45 per la seconda manche. Alle 3.30, intanto, si svolgerà la discesa maschile.

CLICCA QUI PER IL MINISITO SULLE OLIMPIADI INVERNALI DI PYEONGCHANG 2018

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply