Sci alpino, Olimpiadi PyeongChang 2018: il superG offre subito l’occasione del riscatto ai velocisti azzurri

Operazione riscatto per l’Italjet. Il quarto posto in discesa libera di Dominik Paris ha lasciato l’amaro in bocca alla squadra maschile delle velocità, ma le Olimpiadi Invernali di PyeongChang offrono immediatamente una seconda chance agli azzurri. Le condizioni climatiche degli ultimi giorni, infatti, hanno portato ad una totale rivoluzione del calendario e domani si svolgerà il superG.

Non c’è spazio per rimuginare su un’occasione persa e immediatamente la testa deve tornare in modalità gara. Dominik Paris può cancellare immediatamente la delusione della “medaglia di legno”, ma lo deve fare in una specialità nella quale in stagione non è andato oltre un settimo posto come miglior risultato. Per puntare al podio, però, Paris dovrà assolutamente evitare gli errori commessi oggi, anche perchè il tracciato di Jeongseong punisce anche la minima imperfezione.

Un discorso simile va fatto anche per Peter Fill, oggi sesto e anche lui colpevole di alcune imprecisioni nella discesa odierna. Come Paris, il rendimento stagione del 35enne di Bressanone in supergigante non è entusiasmante e anche lui vanta solo un settimo posto come miglior risultato. Inoltre Fill partirà domani con il numero 1, un pettorale che può davvero essere un’incognita, perchè il rischio di fare da apripista per gli altri è elevato, ma se si azzeccano tutte le linee si può davvero volare sul podio, visto che oggi in discesa ci si è andata con numeri tutti sotto il 10.

Il superG è la gara che sicuramente attende Christof Innerhofer. Quest’anno ha ritrovato la giusta continuità ed in più occasioni gli è mancata un po’ di fortuna. Il 18° posto in discesa non deve ingannare, perchè Inner ha dimostrato proprio nella combinata (partenza dal superG) di andare molto forte e soprattutto su un pendio semplice come quello di Jeongseong in pochi sanno esprimere velocità come lui nelle curve.

Non ha davvero nulla da perdere Matteo Marsaglia, che ha inseguito la qualificazione olimpica fin dal suo ritorno alle corse. Alla fine il biglietto per la Corea del Sud è stato staccato e dunque Matteo proverà a regalarsi un grande supergigante domani, sapendo di sciare libero di testa e senza pressioni.

 

 

CLICCA QUI PER IL MINISITO SULLE OLIMPIADI INVERNALI DI PYEONGCHANG 2018

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Fisi-Pentaphoto

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply