Sci alpino, PRIMA, SECONDA E TERZA! Sofia Goggia magistrale, sul podio anche Brignone e Nadia Fanchini! ITALIA LEGGENDARIA a Bad Kleinkirchheim!

Dal 19 marzo 2017 al 14 gennaio 2018. Cambia il luogo, cambia la disciplina, cambia un’interprete su tre ma non cambia la sostanza: la discesa libera di Bad Kleinkircheim è un lungo e dolcissimo monologo italiano, così come lo era stato il gigante di Aspen della scorsa stagione. Sofia Goggia, Federica Brignone e Nadia Fanchini imprimono il loro nome nella storia, realizzando una tripletta memorabile, la prima nella storia dell’Italia in discesa libera.

Sofia Goggia ha fin da subito impresso un ritmo impressionante alla sua gara, attaccando fin dalle prime porte e disegnando linee al limite della perfezione. Le doti da velocista della bergamasca hanno fatto la differenza nei tratti scorrevoli e il suo vantaggio è iniziato a crescere in maniera esponenziale nei confronti di Federica Brignone che aveva già lasciato intendere che oggi, in discesa, sarebbe andata a caccia del miglior risultato in carriera. Sofia ha fatto tesoro degli errori di ieri in superG e si è messa nettamente al comando, con 1″10 sulla valdostana: per lei è il terzo successo in carriera, il quarto podio in stagione. Ora, in ottica Olimpiadi, è lecito sognare.

Federica è stata monumentale. Nella disciplina in cui non era mai andata oltre il 12mo posto, ha attaccato fin dall’inizio ricalcando in toto la perfezione mostrata nel SuperG vinto ieri. Scesa con il pettorale numero 2, Federica ha fin da subito dato la sensazione di essere una delle atlete da battere: 2″06 il distacco rifilato alla leader provvisoria Christine Scheyer. Il terzo posto, poi, se lo prende una straordinaria Nadia Fanchini, quasi commovente dopo il quinto posto di ieri. A 31 anni, Nadia è tornata sul podio, un terzo posto dedicato alla sorella Elena che sta lottando contro un tumore e la terrà lontano dalle piste fino al termine della stagione.

Tornando alla gara, il quarto posto è andato a Tina Weirather, distante 1″74 da Goggia e autrice di una buona prova. Quinta Jasmine Flury, scesa con il pettorale numero 24, sesta Michelle Gisin a 1″85, una delle più temibili avversarie delle azzurre anche in virtù del miglior tempo in prova al mattino. Settima e ottava le due austriache Anna Veith-Fenninger e Stephanie Venier, rispettivamente a 2″03 e 2″06, seguite poi dal duo svizzero composto da Lara Gut (2″13) e Corinne Suter (2″20). Lindsey Vonn dimostra di non essere a suo agio sulla pista austriaca, nella quale non è mai riuscita a salire sul podio. La campionessa statunitense è solo 19ma al termine della gara.

 

[email protected]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Tacca Pentaphoto

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply