Sci di fondo, Coppa del Mondo 2018 Falun. Grand’Italia nella 15 km: De Fabiani torna sul podio a tecnica libera, Pellegrino e Rastelli protagonisti

Secondo podio di stagione per Francesco De Fabiani che conquista un bellissimo terzo posto nella 15 km a tecnica classica mass start di Falun, seconda tappa della Svenska Skidspelen, e si conferma specialista in gare a tappe visto che il primo podio era arrivato nello stesso format di gara ma a tecnica libera ad Oberstdorf ad inizio 2018 durante il Tour de Ski.

Una gara da protagonista, quella dell’azzurro valdostano che è stata la punta dell’iceberg di un’Italia che è piaciuta e che fa stravedere in vista della prossima stagione. Al settimo posto, infatti, si è piazzato un pimpante Federico Pellegrino che, liberato da impegni di sprint, riesce a farsi apprezzare anche in una gara distance, tra l’altro nella tecnica che meno predilige e bravissimo è stato anche Maicol Rastelli, protagonista di una stagione di grande crescita, undicesimo in una competizione dove c’erano tutti i grandi protagonisti al via.

Grand’Italia a parte c’è da celebrare la nascita di un’altra stella del fondo, il russo Alexsander Bolshunov, che, dopo una gara di testa, ha saputo cogliere il momento giusto, rispondendo e seguendo a distanza di sicurezza l’attacco del padrone di casa, lo svedese Caqlle Halfvarsson, capace di staccare tutti a meno di un km dal traguardo. Tutti tranne il russo che ha lasciato la compagnia del gruppo, ha raggiunto lo svedese e, nel rettifilo finale, da buon sprinter qual è, lo ha messo nel mirino e superato spegnendo l’entusiasmo del pubblico di Falun.

Entusiasmante, invece, è stata la volata di gruppo di Francesco De Fabiani che conferma di gradire questo tipo di situazione (distanze non elevatissime e mass start anche con arrivi di gruppo numerosi) e si permette di mettersi alle spalle mostri sacri della specialità come Poltoranin, Chervotkin e Cologna, il compagno di squadra Pellegrino, i delusi norvegesi Sundby, Dyrhaug e Roethe. Coppa ormai nelle mani di Klaebo, che oggi se l’è presa comoda chiudendo 22mo. Gli altri azzurri: Salvadori 29mo e Noecker 38mo, a chiudere una stagione non indimenticabile. Domani c’è l’inseguimento ma skating, sempre sulla distanza dei 15 km. Iniziamo a prendere le misure a queste gare che soppianteranno lo Skiathlon e l’Italia, per il momento, c’è.

 

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply