La svedese Stina Nilsson ha fatto segnare il miglior tempo nelle qualificazioni della sprint femminile a tecnica classica di sci di fondo alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018. La scandinava, vincitrice in questa stagione di tre sprint in Coppa del Mondo, di cui due proprio nel passo alternato, ha preceduto di 39 centesimi la norvegese Maiken Caspersen Falla. Le prime due piazze, dunque, sono occupate dalle due atlete che hanno dominato nell’arco di tutta la stagione. Nilsson e Falla hanno mostrato di avere qualcosa in più rispetto alle avversarie, come testimonia il gap della terza classificata: la finlandese Krista Parmakoski, già bronzo nello skiathlon in questa rassegna a cinque cerchi, paga infatti 3″56″, anche se potrebbe risultare favorita rispetto alle avversarie con il passare dei turni ad eliminazione diretta. La durezza della pista è destinata infatti a fare selezione.

Quarta piazza per la svedese Hanna Falk, a seguire la slovena Katja Visnar e l’atleta della Russia Natalia Nepryaeva. Settima l’americana Jessica Diggins, più adatta alla tecnica libera, mentre è solo 21° la svizzera Laurien Van der Graaf, vincitrice di due sprint nella stagione in corso in Coppa del Mondo, anche se a skating.

Due azzurre superano lo scoglio delle qualificazioni. Gaia Vuerich è diciottesima a 10″27 da Nilsson, Lucia Scardoni entra in extremis nel tabellone finale con la 28ma piazza a 14″58. Niente da fare per Greta Laurent: la fidanzata di Federico Pellegrino ha chiuso 32ma, mancando il pass per 1″52.

La fase finale prenderà il via alle 12.00.

Foto: Valerio Origo