Short track, Mondiali 2018: le azzurre della staffetta non tradiscono, Italia in finale! Dotti e Valcepina in finale B nei 1500m

Seconda giornata ai Mondiali di short track in corso di svolgimento a Montreal e prime medaglie assegnate. Purtroppo non è arrivato nessun podio azzurro, ma ancora una volta la staffetta femminile italiana non ha tradito le aspettative, qualificandosi per la finale in programma domani. Questo il riepilogo di un sabato veramente ricchissimo.

1500m Donne: un sabato che si apre subito nel segno di Choi Min Jeong. La sudcoreana era la grande favorita della vigilia, avendo anche vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi. Dopo il titolo olimpico, arriva anche quello iridato per l’asiatica che precede la connazionale Shim Suk Hee e la canadese Kim Boutin, che continua la sua striscia di podi consecutivi nelle gare individuali dopo i tre di fila a PyeongChang. Buona prestazione per Martina Valcepina, che si qualifica per la finale B e alla fine conclude in nona posizione. Cynthia Mascitto era stata in precedenza eliminata nelle batterie

1500m Uomini: alla prima gara maschile esplode la gioia del pubblico di casa, perché Charles Hamelin conquista la medaglia d’oro. Il campione nordamericano riscatta subito la delusione di un’Olimpiade sottotono, trionfando nella distanza più lunga davanti al coreano Lim Hyo Jun e al russo Semen Elistratov. Importanti in ottica classifica Overall le squalifiche del canadese Samuel Girard nella finale A e dell’ungherese Liu Shaoang in quella B. Una finale B che si è guadagnato con ampio merito Tommaso Dotti, bravo poi a concludere al terzo posto. Il valtellinese aveva sfiorato anche l’accesso alla finale A, chiudendo sempre terzo la sua semifinale, che vedeva al via anche Yuri Confortola, sesto ed eliminato.

500m Donne: dopo l’oro nella distanza più lunga, Choi Min Jeong si ripete anche in quella più breve. La pattinatrice asiatica costruisce una doppietta importantissima in ottica classifica Overall e conferma la sua supremazia in questa seconda giornata del Mondiale. Al secondo posto la sorprendente e bravissima polacca Natalia Maliszewska, che precede la cinese Qu Chunyu. Quarti di finale fatali alle due azzurre, Cynthia Mascitto e Martina Valcepina, e ci sono rimpianti soprattutto per quest’ultima rimasta molto attardata dalle prime (10 secondi) insieme alla coreana Shim Suk Hee.

500m Uomini: Corea del Sud protagonista anche nella prova maschile con la medaglia d’oro conquistata da Hwang Dae Heon. Sul podio ci salgono anche il cinese Ren Ziwei e soprattutto il russo Semen Elistratov, al secondo bronzo consecutivo dopo quello ottenuto nei 1500m. In ottica Overall un piazzamento importante quello del russo, ma Charles Hamelin è bravo a vincere la finale B e chiudere al quinto posto. Si era fermato in batteria, invece, Yuri Confortola, unico azzurro al via.

Staffetta Donne: l’Italia non sbaglia mai nei grandi appuntamenti e le azzurre volano in finale, dove domani si giocheranno le medaglie. Scendeva sul ghiaccio per la prima volta Arianna Fontana, insieme alle compagne Martina Valcepina, Cecilia Maffei e Cynthia Mascitto, quest’ultima unica diversa rispetto alla staffetta delle Olimpiadi (c’era Lucia Peretti). Le azzurre sono seconde alle spalle dell’Olanda nella loro semifinale, che ha visto la squalifica della Cina. Nell’altra semifinale hanno centrato la qualificazione all’ultimo atto del Mondiale la favorita Corea del Sud e le padrone di casa del Canada.

Staffetta Uomini: nella prima semifinale conquistano l’accesso alla finale la Corea del Sud e il Giappone, che precede e sorprende la Russia; mentre nella seconda semifinale sono il Canada e l’Olanda a staccare il biglietto per la gara che assegna le medaglie.

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SULLO SHORT TRACK

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Renzo Brico

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply