Snowboard, Olimpiadi Invernali PyeongChang 2018: l’Halfpipe ai piedi di Shaun White! Terzo oro da leggenda

È servita una terza run da 97.75 ma Shaun White è tornato sul tetto del Mondo. Quattro anni dopo la delusione di Sochi 2014, dodici anno dopo il primo trionfo a Torino 2006, the Flying Tomato ha vinto la medaglia d’oro nell’Halfpipe di Snowboard alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018, in un contest tra i più attesi della storia della discplina, anche grazie ad avversari di livello altissimo.

Già nella prima run, White aveva realizzato un punteggio molto elevato: con 94.25 aveva migliorato il 92.00 dell’australiano Scotty James, il grande antagonista della vigilia, a sua volta in grado di realizzare punteggi superiori al 95 sulla singola run. Nella seconda discesa, entrambi sono caduti, ma il giapponese Ayumu Hirano, sulla carta il terzo pretendente all’oro, medaglia d’argento nella gara di Sochi maledetta per Shaun White, si è messo in testa al gruppo. Quattro uscite pressoché perfette sulle rotazioni portate, che gli sono valse 95.25 punti: il suo punteggio più alto della gara, utile a definire la classifica finale e da prima posizione fino all’ultimo drop di White.

Con tutta la pressione del mondo addosso, James non è riuscito a migliorarsi, con una seconda caduta amara quando comunque aveva già la medaglia di bronzo in tasca.

Subito dopo, il momento più atteso. Shaun White ha completato quanto aveva in testa e ha convinto i giudici. 97.75 punti che gli sono valsi la leggenda. La terza medaglia d’oro alle Olimpiadi, quella che potrebbe rappresentare la fine di una carriera sensazionale, che ha segnato la storia e lo sviluppo dello snowboard negli ultimi 15 anni. La conclusione ad una rincorsa difficile, ricca di stop e infortuni, di incertezze di rivalsa, per cancellare la delusione russa che non gli aveva concesso pace nell’ultimo quadriennio.

Come detto, hanno completato il podio Hirano e James, rispettivamente classe 1998 e 1994, il futuro di una disciplina che nella giornata di oggi, probabilmente, ha visto l’ultima grande interpretazione del suo attore principale, Shaun White. 

90.75 punti non sono bastati allo statunitense Ben Ferguson per il podio e ha chiuso in quarta posizione, davanti allo svizzero Patrick Burgener e al terzo atleta del Team USA Chase Josey, sesto.

CLICCA QUI PER IL MINISITO SULLE OLIMPIADI INVERNALI DI PYEONGCHANG 2018

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

[email protected]

Foto: Hypergene Flickr, Creative Commons 2.0

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply