Speed Skating, Coppa del Mondo Salt Lake City 2017: l’Italia vuol continuare a stupire anche negli Stati Uniti

Neanche il tempo di respirare per gli atleti dello speed skating e dopo il weekend di Calgary (Canada) vi è quello di Salt Lake City (Stati Uniti, 8-10 dicembre), valido per la quarta tappa di Coppa del Mondo 2017-2018. Sull’anello di ghiaccio stelle e strisce gli atleti più forti del mondo si contenderanno i gradini del podio e gli ultimi punti a disposizione per la qualificazione ai Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang 2018.

L’Italia, dopo gli strepitosi risultati canadesi, vuol continuare a stupire. Nei 5000 metri, Andrea Giovannini, Nicola Tumolero e Davide Ghiotto saranno nuovamente al via pronti a dare il loro 100% e giocare brutti scherzi agli skater più rinomati. Il tris azzurro nel round precedente ha impressionato. In particolare Giovannini e Tumolero hanno abbattuto letteralmente i propri personali avvicinandosi tantissimo al podio, piazzandosi rispettivamente in quarta e sesta posizione.

Una prestazione che conforta in vista dell’appuntamento americano ma soprattutto olimpico: “Condizione in ascesa senza ombra di dubbio. Sono sempre stato convinto di aver lavorato molto e bene quest estate però adesso finalmente inizio a raccogliere i frutti. Il target resta sempre Pyeongchang!“, queste le parole del 24enne pinetano, capace poi di un’impresa ancor più grande: vincere la mass start. Una “Fuga per la vittoria” quella del trentino confermando il suo grande feeling nella specialità, giunto secondo l’anno scorso nella graduatoria di specialità e vincitore ad Astana (Kazakistan) sempre grazie ad un’azione da grande finisseur, sposando una terminologia del mondo del ciclismo. E su un ghiaccio dalle caratteristiche simili a Calgary si potrebbe replicare…

Da tenere d’occhio poi quel che potranno fare sia il team pursuit che Francesca Lollobrigida. La quarta piazza dell’ultima esibizione ha dimostrato che il terzetto nostrano c’è e l’attacco al podio è concreto mentre  la skater romana ha voglia di rifarsi, dopo un poco fortunato quinto posto. Un’aspirazione rafforzata anche dai miglioramenti sulle distanze classiche, come il record italiano stabilito sui 3000 metri di 4’02″75 dimostra.

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI SPEED SKATING 

[email protected]

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo facebook Andrea Giovannini

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply