Tennis: Bautista Agut la spunta su Del Potro ad Auckland. Medvedev vince la finale tra Next Gen a Sydney

Due i tornei in programma nel calendario ATP di questa settimana. Dopo le fatiche di Auckland e Sydney i protagonisti voleranno a Melbourne per gli Australian Open, al via da lunedì.

Ad Auckland è stato un torneo di alto livello. È stata una grande corsa quella di Juan Martin Del Potro, fermatasi però sul più bello, in finale. L’argentino ha eliminato in sequenza i giovani terribili Denis Shapovalov e Karen Khachanov, poi in semifinale si è sbarazzato di David Ferrer, tutti match vinti in due set. Nell’epilogo, però, DelPo si è arreso a Roberto Bautista Agut in tre set. Lo spagnolo ha così coronato un torneo giocato in maniera solida, in cui ha rischiato grosso in semifinale contro Robin Haase, vincendo solo al tie-break del terzo set, per poi trionfare in finale. Una bella battaglia conclusa 6-1 4-6 7-5, tra capovolgimenti di fronte e occasioni sprecate da entrambi i lati. Alla fine l’ha spuntata Robertino, al settimo titolo in carriera, il secondo ad Auckland dove aveva già vinto nel 2016. Del Potro, apparso stanco nel terzo set, può comunque consolarsi con il ritorno in top 10 per la prima volta da agosto 2014: il gigante di Tandil sta tornando.

Sfida marcata Next Gen nella finale di Sydney. Sembrava potersi coronare una settimana perfetta per il padrone di casa (in tutti i sensi, essendo nato proprio qui) Alex de Minaur, che dopo aver messo in fila gli scalpi di Fernando Verdasco, Damir Dzumhur, Feliciano Lopez e Benoit Paire, ha vinto in maniera netta il primo set della sfida con il russo Daniil Medvedev (6-1). Il giovane aussie, però, si è spento sul più bello, lasciando strada al rivale nel secondo parziale (6-4). Nel set decisivo, poi, è venuta fuori la maggiore “esperienza” di Medvedev, che ha sfruttato appieno il cambio d’inerzia del match volando subito sul 4-0 ma facendosi riprendere prima di riuscire a spuntarla in volata (7-5). Due prospetti davvero interessanti, destinati a far parlare di sé ancora per molto tempo. Già dagli Australian Open probabilmente, dove possono far tremare chiunque (Berdych affronterà al primo turno de Minaur ed è avvertito). Per Medvedev, già giustiziere di Paolo Lorenzi ai quarti e di Fabio Fognini in semifinale, si tratta del primo torneo vinto in carriera.

 

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS 

[email protected]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo Twitter Roberto Bautista Agut

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply