Tennis, Qualificazioni Australian Open 2018: Sonego e Caruso accedono nel main draw, Berrettini lucky loser! Eliminata Sara Errani

Sono tre gli azzurri che ritroveremo nel tabellone principale degli Australian Open 2018 di tennis. Lorenzo Sonego, Salvatore Caruso e Matteo Berrettini hanno centrato l’obiettivo mentre Sara Errani, amaramente, deve salutare l’Australia in anticipo.

Venendo alla cronaca, Sonego (n.218 ATP) ha superato a sorpresa la testa di serie n.25 del draw delle qualificazioni, l’australiano Bernard Tomic con il punteggio di 6-1 6-7 6-4 chiudendo il proprio match dopo 1 ora e 51 minuti di gioco. Una prestazione di altissimo profilo per il 22enne nato a Torino che martedì affronterà l’olandese Robin Haase, salendo per la prima volta in carriera sul palcoscenico più importante di uno Slam. L’avvio del piemontese è  devastante: un secco 6-1 in appena 19′ dominando da ogni lato del campo e approfittando di un Tomic estremamente falloso da fondo e soprattutto lento negli spostamenti. Nel secondo parziale, il padrone di casa ha uno scatto d’orgoglio, iniziando a minimizzare le imprecisioni e riuscendo ad esprimere il proprio miglior tennis nel momento più importante, ovvero nel tie-break, vinto 7-5. Nel terzo parziale la frazione corre via sul filo dell’equilibro quando nel decimo game, grazie anche ad alcuni colpi di pregevole fattura, il nostro portacolori fa suo il confronto sul 6-4 e la gioia nei suoi occhi descrive la grandezza del traguardo raggiunto.

La seconda gemma di giornata porta la firma di Caruso. Il siciliano, n.209 del mondo, ha avuto la meglio sul francese Mathias Bourgue, n.165 del mondo, al termine di un incontro estremamente lottato e durato 2 ore e 27 minuti di gioco. Nel primo set, dopo un game d’apertura confortante con il break in proprio favore, l’azzurro è costretto a subire l’iniziativa del rivale in grado di ribaltare lo score ed andare avanti 4-2. Il nostro portacolori fa una gran fatica a trovare la misura di dritto e rovescio mentre Bourgue, con regolarità si porta a casa il primo parziale sul 6-3. Nel secondo set l’epilogo è al tie break dopo che il tennista nostrano, avanti di un break, spreca ben 4 set point nel nono game, consentendo all’avversario di pareggiare. Tuttavia il siciliano è bravo a non lasciarsi condizionare da ciò, esprimendo grande decisione nella fase calda ed ottenendo il successo della frazione sul 7-5. Nel terzo e decisivo set ci si gioca tutto nel quinto game in cui Caruso capitalizza al settimo tentativo, strappando la battuta al transalpino e mettendo il sigillo sul confronto (6-4). Per lui la sfida nel main draw dunque sarà contro Malek Jaziri.

Venendo a Berrettini, il giovane romano è stato superato 6-3 3-6 7-5 dallo statunitense Denis Kudla (n.191 ATP) in 2 ora e 9 minuti di partita. Tuttavia la defezione di Filip Krajinovic consente al giovane italiano di accedere al tabellone principale e sfidare il francese Adrian Mannarino da lucky loser. Un match che aveva riservato tanta amarezza al nostro talentuoso tennista, non in grado di concretizzare due match point nel terzo set ed avendo disputato un confronto comunque di qualità contro un avversario più esperto. Nel primo parziale l’avvio è convincente con accelerazioni di dritto e un ottimo rendimento al servizio che gli consentono di incamerare la prima fazione sul 6-4. Nella seconda frazione, però, l’americano alza il proprio livello, specie nei punti importanti, ed è così che nell’ottavo game, con alcune splendide accelerazioni, conquista il break ed il set (6-3). Si va al terzo e decisivo parziale e Matteo spinge fortissimo, avanti 4-1 e con la possibilità di bissare il break nel sesto game. Chance non sfruttata e servendo per il match Berrettini manca due palle per chiudere le ostilità,  cedendo invece il servizio. I riflessi psicologici sono devastanti per il n.130 del mondo che così deve alzare bandiera bianca sul 7-5. Un ko che, per sua fortuna, sarà indolore.

E’ meno fortunata invece Sara Errani, sconfitta 6-4 6-1 in 1 ora e 13 minuti di incontro dalla thailandese Luksika Kumkhum. Una partita nella quale l’italiana ha espresso sprazzi di bel gioco solo nel primo parziale pagando però dazio con le solite difficoltà al servizio, costate quattro break. Nel secondo parziale non c’è storia e la Kumkhum dispone dello scambio come meglio crede suggellando la propria superiorità sul 6-1.

 

RISULTATI QUALIFICAZIONI AUSTRALIAN OPEN 2018

D.Kudla b. [20] M.Berrettini 4-6 6-3 7-5 (Berrettini ripescato da lucky loser)
L. Sonego b. [25] B. Tomic 6-1 6-7(5) 6-4
S.Caruso b. M.Bourgue 3-6 7-6(5) 6-4
[11]L.Kumkhum b. [20]S.Errani 6-4 6-1

 

 

CLICCA PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL TENNIS

[email protected]

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo twitter Next Gen ATP Finals

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply