L’Italia si ferma in semifinale a Sydney. Dopo la sconfitta di Fabio Fognini nel torneo maschile, arriva anche quella di Camila Giorni al femminile. L’azzurra è stata battuta da Angelique Kerber, che si è imposta in due set per 6-2 6-3 dopo un’ora e quindici minuti di gioco. Una sconfitta con qualche rimpianto per Camila, che ha avuto le sue occasioni, specialmente nel secondo set, contro una Kerber in grande forma e che sembra tornata quella capace di salire fino al primo gradino del ranking WTA.

Dopo il 2-2 iniziale nel primo set, Kerber riesce a strappare il servizio all’azzurra nel quinto gioco. Nel game successivo Camila avrebbe due palle per l’immediato controbreak, ma non riesce a sfruttarle e addirittura perde ancora una volta la battuta. Scappata ormai sul 5-2 la tedesca chiude la prima frazione sul 6-2.

L’inizio di secondo set è tutto per l’azzurra, che si porta sul 3-0, dopo il break ottenuto nel secondo game. Giorgi ha addirittura due palle per salire 4-0, ma Kerber riesce ad annullarle e da quel momento cambia completamente il match. La tedesca vince addirittura i sei game restanti, strappando per tre volte il servizio all’azzurra e conquista la vittoria.
In finale Kerber affronterà la beniamina di casa Ashleigh Barty, che ha vinto il derby australiano nell’altra semifinale contro la connazionale Daria Gavrilova.

E’ stato un torneo molto positivo per Camila, partita addirittura dalle qualificazioni. Una settimana che l’ha vista battere tre giocatrici del calibro di Sloane Stephens, Petra Kvitova e Agnieszka Radwanska. Sicuramente un buon viatico per gli ormai imminenti Australian Open. Inoltre Giorgi ha guadagnato tantissime posizioni in classifica grazie a questa semifinale a Sydney e da lunedì sarà la nuova numero 71 del mondo.

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL TENNIS

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo twitter Miami Open