Martedì prossimo Elia Viviani inizierà la sua esperienza con la Quick-Step Floors, nell’esordio stagionale al Tour Down Under. Questa corsa sarà un banco di prova importante per il corridore veneto, che potrà sfruttare l’aiuto dei nuovi compagni per cercare di conquistare subito un successo di tappa in volata.

Nella breve corsa a tappe australiana Viviani sarà uno dei velocisti più importanti presenti in gruppo. Infatti l’azzurro arriva da un 2017 ricco di successi, ottenuti soprattutto nella parte finale dell’anno. Sulla carta ci sono pochi atleti che possono batterlo: Peter Sagan, André Greipel e Caleb Ewan. Rispetto a tutti loro Viviani avrà però il vantaggio di poter contare su una squadra particolarmente esperta nei treni e che potrà pilotarlo al meglio. Essendo alla prima corsa dell’anno, molto dipenderà anche dalla condizione, ma Viviani ha sicuramente le qualità per aprire nel migliore dei modi questa stagione.

Al di là di quello che sarà il risultato, questa corsa rappresenterà solo il primo passo di avvicinamento in vista dell’obiettivo più importane del 2018 che sarà la Milano-Sanremo. Viviani non ha mai avuto un grande feeling con la Classicissima, infatti su quattro partecipazioni solo lo scorso anno è riuscito a centrare la top 10. Quest’anno cercherà però di cambiare il trend e infatti ha deciso di impostare la preparazione per questo appuntamento e con il pieno supporto della Quick-Step Floors potrebbe riuscire a riportare l’Italia sul gradino più alto del podio dopo 12 anni (nel 2006 vinse Pozzato).

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL CICLISMO

[email protected]

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter